Categoria divertente

Il mercato delle vacche

Signore i signori, sono aperte le iscrizioni sui libri paga, sulle rendicontazioni. Si avvicinano le elezioni. È risaputo, col cambio delle stagioni si cambiano anche i colori, gli ideali, i valori e le convinzioni, senza render conto agli elettori. Ora vengono chiamati responsabili e costruttori, ma non sono altro che farabutti e truffatori...

Delirio contemporaneo

Oggigiorno viviamo in uno stato delirio. Una epoca di vaneggiamento continuo. Le persone parlano in corsivo. Ogni imbecille sui social diventa un idolo. Gli influencer li trovi pure nei dispenser. Nei siti d'incontri trovi solo scammer e transgender. Non si può ironizzare più su niente. C'è sempre qualche permaloso che si offende...

Vacanze trash all’italiana

Come ogni anno, il Direttore galattico della megaditta, organizzava dei mostruosi viaggi lowcost aziendali, a cui gli impiegati erano costretti a partecipare. Chiaramente l'organizzazione spettava sempre al geometra Filini, noto per il suo fiuto degli affari, e per i suoi occhiali a doppio fondo. Ogni volta gli impiegati sono fortunati se ne escono vivi e fanno ritorno...

Traffico delirante

Auto inquinante, tanfo asfissiante, clacson assordante, traffico delirante, vita stressante. Lo scooter zigzagante, ti sorpassa a destra, portandosi dietro lo specchietto. Il pedone che attraversa in diagonale, pur non essendo un alfiere, è il primo a finire in ospedale...

Gap generazionale

Li vedi passare con la loro aria spavalda, di chi per un nonnulla già si scalda. Scimmiottano i trapper, si atteggiano da gangster, ma, in realtà, gli ci vorrebbe la babysitter. È il gap generazionale. Non capisci subito l'età che gli puoi dare, lo intuisci solo dalle loro espressioni gergali...

Escalation

Il telegiornale ti bombarda con notizie una peggio dell'altra, in sequenza, è di tendenza. Non ti dà nemmeno il tempo di respirare, è finita la pandemia e comincia subito la guerra termonucleare globale. Ormai abbiamo tutti l'ansia basale. Con l'aria che tira, ci dobbiamo abituare...