You are currently viewing Se fossi un Capitalista

Se fossi un Capitalista

Sarei sempre dalla parte dei cattivi
raggiungerei con ogni mezzo
e ad ogni costo i miei obbiettivi
farei strage di nemici
scalerei ogni piramide sociale dalle pendici
salirei in cima al podio
rimarrei indifferente all’odio
sarei ricco e famoso
sarei snob e borioso
sarei uno spilorcio bastardo
sarei un egoista e bugiardo
sarei un arrivista efficiente 
sarei un venduto deficiente
sarei un freddo calcolatore
sarei uno spietato vincitore
sarei il primo della classe
sarei un autentico fuoriclasse
mi bacerebbe la dea bendata
andrei e tornerei col mio jet privato
da Abu dhabi, in giornata
crederei in un dio e in una patria
sarei un cocainomane 
che il naso si incipria
le avrei tutte vinte
avrei le terga finte
avrei il monocolo e i baffi a manubrio
come l’omino del monopoli
mi arricchirei e mi ingozzerei
alle spalle degli altri popoli
sposerei una ricca ereditiera
e mi fidanzerei con una modella in carriera
guiderei una Ferrari
mi affogherei di Campari
avrei un pozzo di petrolio 
e una carovana di dromedari
frequenterei avvoltoi e pescecani
possederei le persone 
e sopra tutto, amerei le cose 
comanderei il mondo
toccherei il fondo
e di tutto e di tutti
soprattutto del futuro dei mie figli
me ne laverei le mani.