You are currently viewing L’esistenza è sofferenza
By Rick & Morty

L’esistenza è sofferenza

Quando il dolore
prende il sopravvento,
ti senti come spegnere dentro,
non usciresti più di casa,

te ne staresti rintanato,
non ti alzeresti dal letto:

nessun bisogno di mangiare,
nessuna voglia di parlare,

ti senti inerte, come trasparente,
chiuso in te stesso,
molleresti tutto per mai più ritornare.
 
Quando sei stato ferito
da un caro, da un amico
da una persona amata
da una fidata
è sempre più duro reagire
ma chiunque sia stato
non te la prendere
con il tuo prossimo
e nemmeno con te stesso
solo soffrendo
apprezzerai il valore di una vita
e quello che ha da offrire.
 

Il dolore è
come una lezione
dalla quale imparare,
imparare ad accettare,
non bisogna mai scappare,
non si può ignorare
o continuerà a farti del male.

Bisogna imparare a reagire:
il dolore ti fortifica,
ti tempra, ti corrobora
ti crea una corazza
che ti rende invulnerabile
ma stai attento
a non farla troppo spessa
o non entrerà più nemmeno
un raggio di sole,
uno sprazzo di colore.

Il dolore è utile per cambiare, per maturare,

ti porta a riflettere,
a diventare più empatico,
più sensibile, più comprensivo
e se ti ha fatto diventare antipatico,
spregevole, malvagio, in fondo anche cattivo
l’hai usato proprio male e
ci puoi scommettere,
ti si ritorcerà contro!

Il dolore è una sorta di espiazione
per i propri errori passati,

è come un cammino di iniziazione,
per aspirare a una grande guarigione interiore
Il dolore non ha colore,
ne odore e ne sapore
non fa distinzione:
bello o brutto,
povero o ricco.

il dolore fisico è un conto

ma quello psicologico
ti fa male anche quando
non hai niente da medicare,
è altrettanto reale
e forse peggiore
perché se non trovi la causa
continuerà a farti soffrire,
puoi solo imbottirti di sedativi,
stordirti di alcolici per non pensare.

il dolore è parte integrante della nostra vita,

è un maestro severo che non accetta scuse,
è saggio e imparziale,
ti cambia drasticamente,
in un modo o nell’altro.

Bisogna sviluppare l’autocoscienza
quando fare del male è di tendenza,
quando  

L‘esistenza è sofferenza