You are currently viewing Vittima o Artefice?

Vittima o Artefice?

In questo “nostro” mondo storto e contorto 
all’ordine del giorno, c’è immancabilmente il torto:
la stragrande maggioranza naviga nella spietata indifferenza,
tacita compiacenza; è causa di comune sofferenza.
 
La paura ci tiene intrappolati, come fiere ammaestrati,
in gabbie mentali confinati.
Ci aizzano sistematicamente gli uni contro gli altri:
la crudeltà è la nostra valvola di sfogo…
 
Situazioni inquietanti, notizie allarmanti,
catastrofi imminenti, bufale lampanti.
 
La solita triste storia, la strategia del terrore, quotidiano orrore,
madornale errore: attanaglia le nostre esistenze mentre le “eminenze”
continuano indisturbati a vomitare sentenze.
 
“Verità” occultate, prospettive dirottate, idee veicolate, 
menti manovrate, masse asservite.
 
I veri terroristi sono gli arrivisti, i piazzisti,
i fancazzisti e gli spocchiosi narcisisti, 
si spacciano per statisti, pacifisti, altruisti 
ma non son altro che ipocriti egoisti, avidi specisti:
 
“Ci preoccupiamo per il bene della popolazione,
ogni nostra azione sarà causa di schiavizzazione,
la vostra prostrazione è la nostra piu grande soddisfazione!”.
 
Subdola intimidazione, pubblica indignazione.

Pensano che il valore di una persona si possa misurare,
in base al potere d’acquisto che essa può esercitare,
implicito manifesto, di certo solo un bieco pretesto,
per perpeturare la onnipresente logica pecuniaria. 
Ogni nascituro ha una quotazione sul mercato,
verrà  indottrinato, sedotto, sfruttato  
e quando non ve n’è più bisogno, abbandonato.
 
“La nostra missione dobbiamo espletare, c’è sempre qualcosa da fare, 
abbiamo un equilibro precario da alterare: una scoria nucleare da sotterrare,
una minoranza  da sterminare, un ecosistema da devastare, 
una catastrofe planetaria a compimento portare,
madre natura violentare, il giudizio universale disseminare!”
 
Oggigiorno è l’oro nero a dettare la morale:
l’inquinamento è, indissolubilmente, anche personale.
 
Che destino attende la nostra cara società?
imperialista, mercantilista, consumista, materialista,
“famo a capicce”: Capitalista…
Predica la legge del profitto autolesionista,
sarà mica moschista?!
 
Irresponsabile, irriverente, irreale: l’umana specie…
 
Vittima o Artefice?